Elmo Spartano: Significato, Storia e Usi

Disegno di un Soldato Spartano con Elmo - Feel No Pain

Forza, coraggio, lealtà e potenza: l’elmo spartano ha sempre evocato tutto questo ed è diventato un vero e proprio simbolo.

Immagina l’elmo spartano calato sul volto dei soldati prima della battaglia, con i loro occhi che brillano dietro la fessura.

Immagina l’elmo spartano alzato, sulla fronte dei fanti che sfilano fieri in tempo di pace.

Immagina l’elmo spartano a terra, segnato dai colpi del nemico, sul campo di battaglia, dopo la mischia.

Affascinato da questo simbolo potente, lo ho studiato nella forma, nell’atmosfera e nel significato. Ecco qui tutto quello che per me c’è da sapere sull’elmo spartano.

Fu l’elmo dei greci

Disegno di Elmo Greco indossato da un soldato - Feel No Pain

L’elmo spartano era così ben fatto da essere diffuso in tutta la Grecia Classica. In testa ai soldati di Sparta, lo troviamo nelle schiere di tutti gli orgogliosi opliti greci.

Il vero nome di quello che noi chiamiamo “elmo spartano” è in realtà “elmo corinzio”: nasce nella famosa Corinto, città prospera e temibile. In tempi antichi, infatti, c’erano molti tipi di elmo, ma questo divenne in breve il più diffuso per la sua protezione totale della testa.

Qualche controindicazione? Sì, coprendo completamente le orecchie, impediva ai soldati di sentire pienamente e in battaglia questo poteva essere fatale. La fessura degli occhi, poi, come puoi immaginare, non permetteva una vista completa e costringeva i fanti in combattimento a ruotare completamente la testa per guardare il campo.

Fu l’elmo di Sparta

Disegno di un Soldato Spartano con Elmo - Feel No Pain

Indipendentemente dalle vicende storiche, la meraviglia di un simbolo è legata alle immagini e alle emozioni che riesce a creare. È per questo che lo chiamiamo Elmo Spartano: perché vogliamo evocare la potenza militare dell’ esercito Spartano.

Lo straordinario film “300” mi ha emozionato tantissimo e quei soldati orgogliosi, coraggiosi e nobili rappresentano un ideale fantastico. Un guerriero spartano non vale un nemico: nella furia della battaglia, un solo fante di Ares trascina nella morte centinaia di soldati persiani. Sui loro corpi possenti, insieme al mantello rosso sangue, brilla l’elmo dei Greci: l’elmo Spartano.

Il soldato spartano è storia: addestrato fin da bambino, a sette anni, impara la lealtà e non teme né il nemico, né il dolore, né la morte.

Fu l’elmo degli Etruschi, fu l’elmo di Roma

L’elmo spartano è anche l’Elmo d’Italia. In pochi lo sanno, ma lo stesso elmo che copriva i volti dei soldati spartani, proteggeva le nobili schiere dei misteriosi Etruschi, signori dell’Italia Centrale prima di Roma.

La stessa Roma, nei tempi affascinanti della Repubblica, ha avuto l’elmo greco. I Romani, infatti, erano molto pragmatici e riconobbero subito le potenzialità e l’efficacia dell’elmo degli Etruschi e dei Greci. Ecco così che questo simbolo potente rievoca nella mia testa anche la gloria di Roma, con i poderosi fanti latini che combattono contro Annibale e i nemici della città più maestosa del Mondo Antico.

È l’elmo della bellezza e della potenza

Forgiato nel bronzo, nell’argento e nell’oro, l’elmo spartano ha una forma stupenda, ma sono stupendi anche i suoi materiali. I Greci indossavano pesanti elmi in bronzo ma successivamente li troveremo anche in ferro, più leggero e resistente.

La bellezza dell’Elmo Greco è tale che gli artisti lo mettono sul capo degli Dei, come Atena, dea della Saggezza, e Ares, temibile Dio della Guerra.

Quello che io chiamo Elmo Spartano è fra i simboli di due delle più potenti armate della storia: la Repubblica di San Marco e gli Stati Uniti d’America.

Dopo gli Spartani, dopo i Greci, dopo gli Etruschi, dopo i gloriosi Romani, furono fanti da Mar a indossare questo elmo. La Repubblica del Leone di San Marco fu per oltre mille anni una potenza militare temuta in tutti i mari: le sue galee dominavano il Mediterraneo e i suoi soldati, coperti dall’elmo, abbordavano le navi nemiche al grido di “San Marco”, grido di guerra oggi ancora usato dal corpo d’Élite delle nostre forze armate: i Lagunari.

Furono proprio i veneziani a utilizzare l’elmo greco come dono: gli eleganti Ambasciatori della Repubblica di Venezia offrivano questi elmi in regalo, riccamente ornati, forgiati nell’argento e nell’oro.

E l’esercito degli Stati Uniti? La United States Military Academy, accademia militare fra le più importanti d’America, ha un bellissimo stemma su scudo con al centro il profilo dell’Elmo Spartano.

La mia ispirazione per l’Anello Elmo Spartano

Sketch Anello Elmo Spartano - Feel No Pain

Io sono terribilmente affascinato dalle atmosfere potenti che evoca il simbolo dell’elmo spartano. Nel mio laboratorio di gioielli, ho cercato di trasformare tutti questi messaggi in un Anello: elegante ma marziale, essenziale ma maestoso, prezioso ma solido.

Anello Spartano nella versione Rodio Argento e Nero, Feel No Pain
Anello Elmo Spartano, progettato e realizzato da Feel No Pain

All’inizio ci avevo messo dentro un sacco di decorazioni e di arricci, ma poi ho capito che stavo tradendo lo spirito classico dell’elmo spartano. Ho semplificato al massimo le linee, lo ho reso pulito, liscio, essenziale.

Ho cercato di raccontare, nella sua forma, un profumo di eternità e di potenza. Lo ho legato molto al mio gusto e alla mia personalità. L’anello per me è un messaggio, una storia, il racconto di un mondo. Il mio Anello Elmo Spartano vuole raccontare un mondo antico e nobile, fatto di coraggio e lealtà, di forza e poesia.

 

Al prossimo articolo. Ciao